Cluster Agrifood Nazionale CL.A.N.

EVENTO: “LA SICUREZZA ALIMENTARE E’ SCIENZA” (Roma, 6 giugno 2024)

Giovedì 6 giugno 2024, dalle ore 10.30, il Cl.uster A.grifood N.azionale CL.A.Norganizza l’evento “La sicurezza alimentare è scienza” a Roma, presso la Sala del Refettorio della Camera dei Deputati (Palazzo San Macuto – Via del Seminario, 76).

Consulta il programma

Per accreditarsi in presenza scrivere a: eventi@italcommunications.it entro il 4 giugno 2024.

—————————————

—————————————

La sicurezza alimentare è scienza 

Il 7 giugno, si celebra la Giornata Mondiale della Sicurezza Alimentare, proclamata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con lo scopo di aumentare la consapevolezza sull’importanza che la sicurezza alimentare riveste per tutta la popolazione mondiale.

Il tema di quest’anno, “Sicurezza alimentare: prepararsi agli eventi inattesi”, non solo evidenzia la necessità di garantire a tutti un’alimentazione quantitativamente sufficiente, ma pone l’accento anche sul bisogno di assicurare la piena sicurezza del cibo che si consuma.
Nel tempo, grazie al lavoro congiunto di tutti gli attori della filiera agroalimentare, sono stati compiuti progressi enormi sul piano della sicurezza alimentare intesa come food safety. Progressi che non sempre risultano evidenti alla popolazione dei consumatori, spesso condizionati da un’informazione troppe volte ingiustamente ansiogena e imprecisa.
È questo il contesto in cui si colloca il convegno, organizzato dal Cluster Agrifood Nazionale e moderato da Giorgio Donegani, Portavoce del Consiglio Nazionale dei Tecnologi Alimentari. 

Attraverso gli interventi degli esperti più qualificati, si vuole fare il punto su quali siano i rischi di sicurezza alimentare più urgenti da risolvere, su come la ricerca scientifica e l’innovazione tecnologica siano impegnate nell’affrontarli con il necessario supporto delle istituzioni, e su quali saranno le prospettive future nell’ambito della gestione del rischio alimentare. Perché, se da un lato si può affermare senza tema di smentita che ciò che portiamo in tavola non sia mai stato sicuro come oggi, dall’altro lato è indispensabile che l’impegno sulla food safety prosegua per risultati sempre migliori.